Archivi del mese: febbraio 2013

PD?

Il Partito Democratico sembra dover affrontare l’ulteriore sconfitta. Di solito ha sempre affrontato i suoi travagli cambiando nome. Sarà il caso anche questa volta?

Pochi giorni fa ho visto una vignette con il simbolo del PD e la scritta: Partito Defunto. Io avrei scritto Pàrtito (nel senso andato) Dinosauro.

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Il voto

Attendiamo con impazienza i dati delle elezioni di quest’oggi. L’affluenza per le regionali è in aumento, a dispetto della neve.
Il freddo è una metafora dell’Italia di questi tempi, con tutti i valori economici in notevole ribasso.

Un rappresentate di lista sembra caduto dalle nuvole per le matite copiative, un’altra persona su Facebook si chiede se è sempre stato così e danno della saputella a Fabiana che glielo fa notare.
Notare che entrambi sono grillini, cioè coloro che vorrebbero far la rivoluzione e girare la Repubblica come un calzino.

Come siamo caduti in basso, ma forse questo è coerente con la caduta di cui parlavo sopra.

Emile

1 Commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Femminicidio

Un’altro nord africano ha ucciso la moglie, si è costituito ai carabinieri, so già quali saranno le sue giustificazioni: “Voleva vivere all’occidentale”.

Sono nato in Tunisia, così come i miei genitori e i miei nonni paterni. Sono particolarmente sensibile a queste notizie per due motivi: l’uccisione di una donna e l’origine dell’uccisore.

Mi sembrano sempre delle morti annunciate per l’impossibilità di questi individui di integrarsi nelle nostre comunità, mi sembra assurdo che non si possano trovare misure per porre rimedio a queste sciagure,  e mi chiedo ma perché non sono rimasti nel loro paese?

Emile

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

CODECIDERE e CIVILTALIZZAZIONE

Non so se Bersani vincerà questo confronto elettorale; non so nemmeno se – nel caso – riuscirà a rinnovare l’Italia.
Di sicuro, comunque, questa sera ha posto le basi per un rinnovamento della lingua italiana: Magno cum Gaudio, nuntio vobis che da questa sera abbiamo un nuovo verbo e un nuovo sostantivo.
Il primo è CODECIDERE, e il secondo è CIVILTALIZZAZIONE.
Accogliamo quindi con affetto questi neologismi destinati a cambiare per sempre il nostro futuro.
Amen.

Jeanne

1 Commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Il dottor Jekyll e Mr. Hyde

Berlusconi dice di non riconoscere il Monti presidente del consiglio da quello che ha conosciuto lui. Stamattina Franceschini ha espresso lo stesso concetto a Maurizio Belpietro.

Mi pare improbabile che entrambi abbiano espresso lo stesso dubbio mettendosi d’accordo, per cui tenderei a pensare che Monti sia affetto dalla sindrome bipolare. Così come sono convinto che costui abbia in mente solo lo scardinamento delle due formazioni che sono la base del nostro sistema bipolare per fare il gioco dei centrini, i quali si sa hanno solo una funzione puramente decorativa.

In parole povere, vuole che l’Italia faccia un balzo indietro di 20 anni riportandoci alle alchimie del passato, cioè delle coalizioni che giravano attorno alla D.C. facendo il gioco di Casini e affini. Dovrebbe ricordare ciò che alla Bocconi non si insegna: che la storia non ripete mai gli stessi avvenimenti.
Non sono sorpreso del suo trasformismo del Presidente del Consiglio, aveva promesso che subito dopo l’esperienza del governo sarebbe ritornato alla sua vecchia professione ma adesso ha creato addirittura un suo movimento politico, l’uomo è inaffidabile e propenso a disattendere coloro che fanno affidamento sulle sue parole.

Emile

p.s.: scritto prima di sapere i risultati delle elezioni.

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Il tappo…

Monti dice di aver tolto il tappo ed essere il motivo per cui sono venuti fuori gli scandali Finmeccanica, Saipem e via discorrendo. Non lo sfiora l’idea di essere egli stesso, in un certo senso, il tappo della società italiana, se i suoi compagni di strada sono Fini e Casini il suo percorso sarà più che breve. Mala temporant currunt.

Emile

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Cialtroni

Monti dice di aver ereditato il governo da una banda di cialtroni, giudizio implacabile e durissimo al quale il PdL non ha mancato di rispondere con i suoi responsabili economici (Brunetta): http://www.tocqueville.it/LinkEsterno.aspx?id=3384882
forse il cialtrone è lui che, una ne dice cento ne fa, in realtà esattamente contrarie alle sue precedenti parole. Portando il Paese in una recessione che confrontabile con decine e decine di anni fa.

Cialtrone è chi costruisce la sua politica essenzialmente sulle tasse, chi osserva pedissequamente gli ordini venuti dalla Germania.

Cialtrone è chi lascia due marò in balia della giustizia indiana per un anno, mettendo a rischio la loro vita.

Cialtrone è chi aveva promesso di rimanere super partes e dopo si è gettato nell’agone politico fondando un suo movimento, cialtrone è chi sale in politica facendo scendere l’economia del Paese. Cialtrone è chi dall’alto della sua presunta magnificenza guarda gli italiani come uno sciame di formiche piuttosto che un gregge da condurre a pascoli più sereni.

Emile

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica