Archivi del mese: aprile 2013

Sinistra?

Sinistra è ormai sinonimo di divisione. Difficilmente si può immaginare di affidare la guida del Paese a un partito che è incapace di tenere uniti i suoi rappresentanti politici. Intanto l’Italia ha disperato bisogno di una guida per affrontare la crisi che attanaglia la nostra economia.

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Grillo fa propaganda, non c’è mai stata occupazione Tribunale di Milano

Grillo fa propaganda, non c’è mai stata occupazione Tribunale di Milano.

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Perle ai porci

Il Centrodestra ha perduto dalle precedenti politiche la bellezza di  6.296.492 voti. Certamente la rivoluzione liberale promessa non è stata mantenuta, certamente difficilmente la si poteva fare con Fini e Casini, i quali rappresentano comunque politiche conservatrici e poco liberali ma, hanno sicuramente avuto il loro concorso nell’ottenere quella vittoria inaspettata ed eclatante, dove era allora il vulnus? Forse nella realtà dei fatti, poco liberali sono gli italiani stessi, i quali tendono piuttosto ad appoggiarsi al celebre detto “Francia o Spagna, basta che se magna” e nelle rivoluzioni si sa bene che c’è sempre qualcuno che  ci rimette la testa, dunque c’è un prezzo da pagare che nessuno è disposto a concedere.

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Militari allo sbando…

Gli alti comandi militari sono in rivolta per come è stata gestita la questione dei marò. Sono pronti a proteste vigorose per proteggere i giovani italiani, esposti a gravissimi pericoli per proteggere le navi commerciali italiane. L’affare marò è stata gestita dal governo nel peggiore dei modi.
Sarebbe forse meglio, a questo punto, ricorrere a dei “contractors” privati per proteggere i nostri mercantili in giro per il mondo, piuttosto che mettere a repentaglio i nostri soldati.

Emile

 

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

La cruda realtà

Nel 2012 si sono creati meno posti di lavoro che nel 2011 dell’odiato Berlusconi. Conclusione: si è battuto lo spread ma si è affossata l’economia reale, i cui dati macroeconomici sono tutti in ribasso. Con Monti il Paese è finito gambe all’aria.

Emile

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Rischio Cipro?

Per salvare l’Italia si ricorse al governo Monti escludendo per supposti pericoli economici il ricorso alle urne per evitare un supposto rischio Grecia.
Oggi che il Paese sembrerebbe fuori pericolo, ci dicono che è tutta la zona Euro in pericolo e che il punto debole sarebbe proprio l’Italia. Ma come, Mrs Monti non ci aveva salvato e con noi tutta l’Eurozona? Sembrerebbe che non sia bastato, ora oltre a Cipro con il suo prelievo forzoso nei conti correnti, sembra che sia la Slovenia ad essere in crisi. Sembra che tutta la struttura dell’Euro faccia acqua da tutte le parti, mettendo a rischio i nostri risparmi e i nostri assets immobili e i nostri investimenti.
Urge intervento strutturale e politico dell’Europa intera, se non si vuole vedere affondare metà della sua economia (quella mediterranea).

Emile

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica