Libertà di stampa

La libertà di stampa, colonna portante della democrazia, sta diventando un optional. Si iniziò con Alessandro Sallusti, ora e il turno di Giorgio Mulè e Andrea Mercenaro di Panorama. Guarda caso colpiscono solo una certa carta stampata di una certa area politica e articoli che scrivono sulla magistratura (una certa magistratura).
Evidentemente mentre della casta si può e si deve poter scrivere di tutto, sui magistrati non si può scrivere nulla senza essere accusati di portare nocumento alla loro onorabilità. Che il loro comportamento metta a rischio la credibilità, già peraltro bassa, della nostra Nazione sembra non essere una loro preoccupazione. E’ chiaro che con questi chiari di luna i giornalisti scriveranno con il freno a mano tirato ma, non penso che questa situazione sia degna di un Paese che si vorrebbe moderno.

Emile

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...