Archivi categoria: Politica

Tsipras, o la coerenza perduta

Ricapitolando:
Berlusconi fu fatto fuori quando espresse una posizione critica nei confronti della Merkel e dell’euro, per essere sostituito da funzionari europeisti che si inginocchiassero docilmente alla Frau Kanzlerin;
la Le Pen è una pericolosa nazionalista antieuropeista, e come lei lo è Salvini, e persino Grillo, tutti pericolosi sovversivi che attentano all’unità della Grande Europa Germanica, e come tali oggetto continuo di ogni genere di campagna denigratoria funzionale al mantenimento dello status quo del Sacro Euro Impero.
Tsipras, invece, è un antieuropeista antieuro come loro (che oltre tutto dichiara di non voler saldare i debiti, compresi i 40 miliardi che dovrebbe a noi), che per di più si allea con una destra antisemita, ed è in questa veste il nuovo eroe delle sinistre nostrane, l’Homo Novus del rinascimento mediterraneo.
Tutto regolare, no?

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Reblog de: TLC: la nostra mozione per colmare il digital divide

http://deborahbergamini.it/2014/12/03/tlc-la-nostra-mozione-per-colmare-il-digital-divide/

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Inciviltà e regressione

E’ chiaro qual’è il fine di quei uomini che sotto la bandiera nera con versi del corano vogliono far inginocchiare l’occidente intero al loro cospetto, sono indemoniati dall’odio verso la nostra civiltà che ai loro occhi è immorale e colpevole d’aver soggiogato il loro universo,
Non è un caso che tra le loro fila ci siano molti giovani partiti dalle più diverse città europee, è da noi che alcuni di loro emarginati o sobillati da imam hanno trovato motivo di rivalsa nel difendere uno stato islamico che vendicasse tutte le loro frustrazioni e aggiungo sindromi d’inferiorità nei nostri confronti.
Ora, non avendo un apparato militare paragonabile al nostro giocano la carta del terrore diffuso e polverizzato in ogni attimo della nostra esistenza, giocando la carta dell’indebolimento psicologico delle persone che sentono così messa in pericolo la loro quotidianità. Sono il male fatto persona, sono la personificazione del fallimento del multiculturalismo.
E’ come nelle coppie bisogna essere in due a volersi bene, ebbene loro ci odiano e sono pronti ad inoculare il loro odio ad ogni persona giunta tra noi con legittimi sogni di migliorare la sua condizione umana e si ritrova adesso con un figlio cresciuto fra di noi che si è arruolato tra le file dell’ISIS o peggio ha saputo che è morto in Siria o altrove.
Come difendersi da tutto questo? Difficile dirlo, ma credo che gli interventi delle aviazioni francesi e statunitensi siano l’unica via percorribile per fermare questi individui (mi viene difficile dire uomini) che confondono la loro debolezza con la responsabilità della forza degli altri.

Emile

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Medio Evo minimo evo?

Sembra, sinceramente, d’essere catapultati in un altro mondo, un mondo di un’altra epoca, un balzo indietro nel tempo. Se dovessi esprimermi liberamente sarei tacciato irrimediabilmente di razzismo o di discriminazione. Ma il comportamento di quella fetta di umanità condizionata dal pensiero islamico non può che condurre l’umanità indietro nel tempo. È come se questa gente si fosse fermata in quella era nella quale lo sfruttamento sembrava essere la regola della convivenza civile. Ci siamo tutti allietati della primavera araba ma questa ci trascinerà in un inverno freddo e buio.

Emile

3 commenti

Archiviato in Blogroll, Politica

Le dichiarazioni più imbarazzanti del Pd per giustificare il flop di Renzi sul Pil

Non fa una piega. Purtroppo!

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica

Declino?

L’Italia, con queste elezioni rischia di dover scegliere tra il governo di un Paese e il suo declino.
Paghiamo certamente anni di malgoverno e troppo Liberismo frainteso con la libertà di fare ciò che si vuole, anche illecitamente.
Una nazione in cui la regola sembra essere infrangere le regole ed il buon senso.
Berlusconi in questa debacle è colpevole di non essere riuscito ad imporre il sogno liberale che aveva promesso, certo i suoi alleati lo hanno osteggiato e anche deluso, forse non erano i migliori compagni di strada, ma l’Italia questo proponeva, l’Italia della D.C. e del P.C.I. due “Chiese” opposte all’idea Liberale.
Forse il sogno era solo un’utopia.

Emile

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Perché la separazione delle carriere

Perché la separazione delle carriere.

Lascia un commento

Archiviato in Blogroll, Politica